Santa Maria del Taro, nella notte evacuate 15 persone per paura della diga di Grondana

Notte di apprensione a Santa Maria del Taro, il livello della diga di Grondana sul fiume Taro, a monte dell’abitato, ha raggiunto un livello di riempimento  preoccupante. C’era il rischio di esondazione, da qui la scelta, dopo la attivazione di urgenza del COC, di evacuare le persone che vivevano ai piani bassi delle abitazioni vicino al fiume.

15 le persone evacuate ed ospitate nella struttura della proloco, altre  in abitazioni di privati.

In mattina la cessazione dell’allerta con il ritorno alla normalità

Impegnati nelle attività di protezione civile, oltre ai Vigili del Fuoco Volontari di Borgotaro,  la protezione civile di Tornolo e quella di Borgotaro.

Per alcuni dei volontari giornata impegnativa, dopo il rientro a casa alle 7, dovranno prepararsi per andare a Genova per giocare la partita di calcio di 3° categoria con il Santa Maria. Girone di cui  la squadra della val Taro è  capolista

Lascia un commento