Amarezza a Varano Melegari per la chiusura della prima banca del paese

Guarda il servizio andato in onda nel TG parmense del 29 novembre 2020 cliccando sull’immagine seguente:

Rabbia, amarezza  e tristezza per tanti varanesi in seguito alla notizia che nel mese di dicembre chiuderà la filiale di banca Intesa-San Paolo

Chiuderà la storica banca del paese, prima Banca Monte, una banca che  da decenni è presente nel comune. Solo molto molto dopo vi è stata l’apertura anche di una filiale della Cassa di Risparmio ora Crédit Agricol.

Decine di anni di attività. Pensate una persona che abbiamo sentito aveva il padre con il conto corrente 007.

Insomma  dispiacere per motivi affettivi e di tradizione,  ma soprattutto per i problemi che si verranno a creare, perchè tutto passerà alla filiale di Fornovo.

E questo genera rabbia perchè Varano effettua più operazioni di Fornovo, inoltre si dovrà cambiare l’iban (un piccolo grande problema per chi ha attività), bisognerà forse pagare commissioni maggiorate per i prelievi bancomat, ma soprattutto per la fruibilità. 

Fornovo non è come Varano. Già arrivano le lamentele di chi ha avuto difficoltà a trovare parcheggio a Fornovo ed ha dovuto fare molte centinaia di metri per arrivare in banca. Un problema ancor maggiore per gli anziani, quelli che usano maggiormente il servizio degli sportelli bancari perchè non hanno dimestichezza con le modalità on-line.

Diverse persone hanno  deciso di portare tutti i loro risparmi in posta, piuttosto che nell’altra banca o a Fornovo.

La cosa che non va giù è la decisione di portare la sede a Fornovo quando a la sede Varanese ha numeri migliori di quella più a valle, così come il rinunciare al radicamento storico a questa che è stata la prima banca varanese e dei varanesi. 

Insomma in una montagna che ha bisogno di vita e servizi se ne continuano a togliere a favore dei paesi più a valle dove di servizi che ne sono già tanti. 

Guarda il Tg in cui è andato in onda il servizio

Lascia un commento