Collecchio La scomparsa del titolare della Elettrogas di Fornovo Taro

Collecchio la scomparsa di Ernesto Campanin della Elettrogas di Fornovo Di Taro

La scomparsa di Ernesto Campanini

È scomparso all’età di 85 anni Ernesto Campanini stimato imprenditore e figura molto conosciuta a Fornovo dove ha vissuto per tanti anni.

Nato a Collecchio si è trasferito a Fornovo nell’immediato dopoguerra dove ha lavorato per anni nell’azienda petrolifera SPI come elettricista.

Negli anni 70 la sua passione per l’automazione elettrica e la profonda competenza nella gestione degli impianti per la lavorazione del petrolio gli ha permesso di ideare l’automatizzazione delle stazioni di rifornimento del gas metano.

Check video ricordo di Ernesto Campanini

E’ stata una vera innovazione : invece di muovere manualmente ed in sequenza delle leve, ora era possibile, con la semplice pressione di un tasto, svolgere l’operazione di rifornimento in tutta sicurezza.

Ernesto Campanini aveva così creato a Fornovo i primi distributori di gas metano automatizzati  tra le sue invenzioni il flussimetro per gas compressi.

Negli anni 80, con l’avvento dell’elettronica, migliorò il suo sistema ideando, primo al mondo, un distributore automatico per il gas naturale.

A Fornovo nacque così l’azienda ELETTROGAS di Via Roma,17 nella quale oggi lavorano 6 dipendenti.

Campanini è il detentore del primo brevetto riguardante i primi sistemi di rifornimento del gas. Inizialmente il sistema si basava sulla dichiarazione dei litri e del residuo in bombola. Negli anni ’90 venne introdotto il criterio attuale di vendita con la misurazione della massa (peso).

In collaborazione col CNR ed il CEI di Milano stendono congiuntamente le normative che ancora oggi vincolano tutti i costruttori delle stazioni di rifornimento del gas.

La sua ditta Elettrogas ha costruito impianti per la distribuzione del gas in Italia per Snam Agip ma ha anche operato in tantissime istallazioni in Brasile, Argentina ed altri paesi del sud America e dell’est Europa.

I dipendenti e le aziende collegate a Elettrogas piangono per la perdita di Ernesto, ma le conoscenze trasmesse e l’organizzazione da lui realizzata permettono ora di proseguire l’attività con lo spirito innovativo e di ricerca introdotto dal fondatore.

Lascia un commento