Primi passi nel Parmense del nuovo Assessore regionale alla Montagna.

Con la partenza della fase 2, anche gli assessori regionali si mettono in movimento per gettare le basi del loro mandato amministrativo. Un mandato  iniziato dopo la tornata elettorale del 26 gennaio ma subito bloccato dall’emergenza Corona Virus.

Oggi, 5 maggio 2020, nel palazzo della Provincia di Parma la prima visita ufficiale del neo Assessore regionale alla montagna, la parmense, Barbara Lori.

Tante le speranze che i territori montani del Parmense ripongono in questo nuovo assessorato.  Un assessorato che vede tornare la montagna nei pensieri della regione. Per altro i territori appenninici il 26 gennaio  hanno bocciato sonoramente la maggioranza di centro sinistra in regione, ma hanno promosso la vicinanza di  Stefano  Bonaccini. Mostrando nei sui confronti una fiducia che sperano non sia disattesa.

Questa visita fa capire che i primi passi si stanno compiendo.  

Di seguito il comunicato stampa della Provincia di Parma sull’incontro di oggi:

Parma, 5 maggio 2020 – Stamattina il neo Assessore regionale alla Montagna, alla Programmazione Territoriale e alle Pari opportunità Barbara Lori si è recata in visita ufficiale a Palazzo Giordani.

A riceverla il Presidente della Provincia Diego Rossi, insieme ai Delegati alla Viabilità Bertocchi, alla Montagna Delsante e alla Pianificazione Cantoni, e ai Dirigenti Monteverdi e Ruffini.

“Si è trattato di un incontro cordiale e proficuo – afferma il Presidente Rossi – Abbiamo affrontato in particolare una serie di temi legati alle politiche per la montagna che ci stanno molto a cuore, dalla viabilità, essenziale per i collegamenti, alla tutela del territorio, oltre alle misure di contrasto al dissesto idro-geologico.  Ci siamo focalizzati anche sulla gestione dei fiumi e delle attività estrattive in montagna, che devono tenere insieme le esigenze di preservare il territorio e la sua sicurezza con la necessità di garantire la continuità delle attività economiche. L’altro filone di confronto con l’Assessore è stata la pianificazione urbanistica e il ruolo fondamentale che hanno le Province nel coordinare l’attività dei Comuni e nell’accompagnarli nell’applicazione della nuova legge regionale, in materia di pianificazione urbana, di efficientamento del patrimonio immobiliare esistente e riduzione del consumo di suolo. Si è parlato anche di come sarà possibile favorire l’uso delle risorse che potranno arrivare in questa “fase 2” Abbiamo apprezzato le proposte dell’Assessore, e voglio citare tra tutte il bando per le giovani coppie per l’acquisto e la ristrutturazione delle case in montagna.”

“Ringrazio il Presidente e i consiglieri delegati presenti per la disponibilità e i numerosi spunti sui quali inizieremo immediatamente a lavorare – ha spiegato l’Assessore Lori –  L’incontro di questa mattina è stato il primo di una serie di occasioni di confronto che sto pianificando con l’obiettivo raccogliere esigenze, problematiche e per condividere un metodo di lavoro imperniato sul dialogo e sull’ascolto delle esigenze locali. Ovviamente le questioni di Parma mi sono familiari ma l’appuntamento di questa mattina ha consentito di mettere un focus specifico su alcune di quelle che, più direttamente, riguardano le mie competenze e le deleghe che mi ha affidato il Presidente Bonaccini”.

 

 

Lascia un commento