Fornovo. Tolta l’acqua alla fontana della Piazzetta. Un’ altra”vittima” dell’inverno siccitoso.

VIDEO Giunta Grenti Lotta allo spreco Idrico

DAL TG di domenica 14 maggio sul canale 88 alle 19.35.

L’inverno siccitoso, oltre ai problemi di acqua torbida in varie zone del territorio comunale nei mesi scorsi,  è anche concausa della scelta di chiudere la fontana di Piazza Matteotti (nota come piazzetta) a Fornovo.

Non sprechiamo l’acqua – azioni concrete per il governo della risorsa idrica

Il Sindaco Emanuela Grenti passa all’azione

Il Sindaco di Fornovo di Taro , Emanuela Grenti , dopo una verifica con la giunta, ha deciso di chiudere le fontane del Suo Comune che generavano spreco di acqua al fine di ridurre il rischio di interruzione del servizio all’utenza in considerazione anche del prolungato periodo di siccità invernale.

“A seguito dell’installazione dei misuratori da parte della società Montagna 2000 S.p.A. siamo stati informati che la fontana decorativa di Piazza Matteotti generava un consumo di complessivi 32 metri cubi al giorno di acqua che , dopo essere stata captata , pompata e disinfettata finiva direttamente nella rete fognaria . Uno spreco che , prima che sull’aspetto economico , incide sugli aspetti ambientali e sociali” .

Da qui la decisione di chiudere la fontane in attesa di approfondimenti tecnici legati alla installazione di pompe di ricircolo o altri eventuali scelte che mirino a tutelare la risorsa . Una riduzione dello spreco che va ad incidere sulla riduzione dei costi dell’energia , sulla riduzione degli investimenti legati allo stoccaggio per concentrarli su quelli a favore del miglioramento della qualità dell’acqua e sulla maggiore garanzia di continuità del servizio erogato .

“Abbiamo sempre richiamato il gestore alle proprie responsabilità ogni volta che ritenevamo avesse mancato agli obblighi contrattuali” continua il Sindaco Grenti “ma nello stesso tempo abbiamo accolto rapidamente l’invito a non sprecare la risorsa idrica ed a mettere a disposizione dei cittadini di Fornovo di Taro significative quantità di acqua altrimenti non correttamente utilizzate” .

“Il montaggio dei contatori sulle utenze pubbliche promosso da Montagna 2000 S.p.A. a proprie spese e cura ha permesso di localizzare perdite e sprechi , primo passo per un più razionale utilizzo della risorsa idrica”

Il Sindaco Grenti non nasconde le problematiche che hanno portato Montagna 2000 S.p.A. a rendere conto in due assemblee pubbliche dei disservizi causati dal mancato funzionamento dei filtri a servizio dei pozzi nel Torrente Baganza ma ritiene anche “sia doveroso per un socio sostenere la società nel percorso di risanamento intrapreso e di cui si vedono i primi risultati ; un sostegno che deve concretizzarsi in atti concreti , concertati a beneficio della società ma , anche e soprattutto , a beneficio dei cittadini utenti” .

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *