Mamme e papà cosa fare se vostro figlio è ammalato in tempo di Covid-19? Ce lo spiega l’Ausl di Parma

Coronavirus e scuola: le risposte alle domande più frequenti

Cosa fare se mio figlio ha in sintomi? Tienilo a casa da scuola e chiama il medico di famiglia (o pediatra), sarà lui a valutare se è necessario fare il tampone.

Come ottengo l’appuntamento per fare il tampone? Se il medico lo ha richiesto all’AUSL, saranno gli operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica che ti chiameranno al telefono, per darti l’appuntamento.

Se il tampone è negativo, per rientrare a scuola, cosa occorre? Se lo ha prescritto il medico curante, è sufficiente il certificato che attesti la negatività del tampone e la risoluzione dei sintomi, rilasciato dal medico di famiglia (o pediatra).

Se il tampone è positivo? Tuo figlio deve stare in isolamento e ripetere il tampone: gli operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica daranno ogni informazione in merito, su tempi e modalità. Per la riammissione a scuola, sarà necessario il certificato di  guarigione,  rilasciato dal Dipartimento dell’AUSL.

Cosa succede se un compagno di classe di mio figlio è positivo al coronavirus? Gli operatori del Dipartimento di Sanità Pubblica avvisano il referente Covid della scuola e avviano un’indagine epidemiologica. Se dall’indagine emerge la necessità di sospendere le lezioni e mettere in quarantena l’intera classe o alcuni dei contatti, gli studenti interessati rientrano a scuola con certificazione di fine quarantena rilasciata dal Dipartimento di Sanità Pubblica. Se dall’indagine epidemiologica non emerge la necessità di sospendere le lezioni, ma viene avviato uno screening (tampone), la classe prosegue la frequenza scolastica. Pertanto non occorre certificazione.

A chi posso rivolgermi per avere informazioni sulla gestione dei casi Covid nella scuola di mio figlio? Rivolgiti al referente scolastico Covid, individuato dal dirigente scolastico.

Come posso avere il certificato per richiedere il congedo INPS se mio figlio è in quarantena? La richiesta di congedo può essere presentata all’INPS entro 30 giorni dall’inizio della quarantena del figlio, allegando alla domanda il certificato di fine quarantena dello stesso figlio. Questo certificato viene spedito tramite e-mail all’indirizzo comunicato dal genitore all’operatore Ausl che effettua la sorveglianza, dal giorno dopo la fine della quarantena. Se il certificato non è trasmesso in questa modalità, si può richiedere a richiestaesiticovid@ausl.pr.it

Sono un operatore scolastico, che certificazione occorre per il mio rientro a scuola? Occorre la  certificazione del Dipartimento di Sanità Pubblica se sei sottoposto a quarantena. Se hai sintomi, ma il tampone prescritto dal medico di famiglia è negativo, occorre il certificato rilasciato dal tuo medico, una volta che sarai guarito. Se hai i sintomi e sei positivo al tampone, occorre la certificazione di avvenuta guarigione rilasciata dal Dipartimento di Sanità Pubblica.

Per saperne di più? Accedi alla sezione “Covid 19- info e news” nella home page del sito www.ausl.pr.it

Lascia un commento