La Polizia Locale dell’Unione Pedemontana Parmense ha effettuato 1200 controlli dal 9 marzo. Quali?

[comunicato stampa dell’Unione Pedemontana Parmense]

Dal nove marzo ad oggi, 1.218 gli accertamenti effettuati sulle attività commerciali e sulle persone per il contrasto agli spostamenti illegali

Sono più di 1.200 i controlli effettuati dagli agenti della Polizia Locale dell’Unione Pedemontana Parmense dallo scorso 9 marzo, il giorno dell’entrata in vigore del Decreto della Presidenza del Consiglio dei ministri che ha introdotto misure più stringenti per le attività commerciali e per la circolazione delle persone con l’obiettivo di contenere la diffusione del Coronavirus.

Nel dettaglio, sono state passate al setaccio 968 attività commerciali, mentre sono state 250 le persone fermate, di cui sette denunciate ai sensi dell’articolo 650 del Codice penale e che ora rischiano fino a tre mesi di carcere, per essere state sorprese mentre circolavano senza averne una comprovata necessità, né per motivi lavorativi.

Un’attività incessante, quella portata avanti dal Corpo di Polizia Locale dell’Unione Pedemontana Parmense nei territori di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza, Traversetolo e Lesignano de’ Bagni, che si sta concentrando anche nei parchi e negli spazi verdi per contrastare passeggiate e attività motorie che non siano dovute a necessità di salute. Controlli che verranno effettuati anche con agenti in borghese. 

«Rinnovo l’invito alla popolazione ad evitare spostamenti inutili e a rimanere a casa. In questo momento occorre essere responsabili per salvaguardare la salute di tutta la comunità. Non si tratta di scelte, ma di obblighi», sottolinea l’assessore alla Sicurezza e Protezione civile dell’Unione, nonché sindaco di Felino, Elisa Leoni, che lancia anche l’appello a «non fare uscire soprattutto gli anziani, la categoria più a rischio. Per loro abbiamo predisposto, attraverso Pedemontana Sociale e grazie all’aiuto delle associazioni di volontariato, una serie di interventi per rifornirli a domicilio di farmaci e generi alimentari».

Pedemontana sociale ha attivato il servizio di consegna a domicilio di farmaci e generi alimentari, potenziando allo stesso tempo i servizi di assistenza domiciliare, in favore di persone anziane o con disabilità, oppure in isolamento domiciliare, che si ritrovino in condizioni di fragilità e prive di una rete familiare che possa prendersi cura di loro. Le richieste vengono gestite dalle operatrici del taxi sociale che rispondono dal lunedì al venerdì, dalle 8 alle 13, ai numeri 0521 307117, 0521 307121 e 0521 307111. E per quel che riguarda la consegna esclusiva di farmaci, in tutto il territorio provinciale sono attivi anche i volontari della Croce Rossa Italiana. Per richiedere una consegna, occorre telefonare al numero verde 800 065510 attivo 7 giorni su 7, 24 ore su 24.

Attivati anche due servizi di supporto psicologico telefonico. L’isolamento, la quarantena e la situazione che stiamo vivendo, possono essere pesanti e si può avere bisogno di un aiuto, anche semplicemente fare due chiacchiere con persone professionalmente preparate. Il primo è PRONTO PSY con gli psicologi del Sipem SOS Emilia Romagna – Psicologia dell’emergenza. Per usufruirne, occorre inviare una mail a info@sipem-er.it e indicare un proprio recapito telefonico per essere chiamati. Il secondo è assicurato dall’Equipe psicosociale per le emergenze (EPE). Gli psicologi dell’EPE sono disponibili al numero 339 4033298, anche via Whatsapp o SMS. Oppure via mail all’indirizzo epeparma@libero.it.

Diversi commercianti, inoltre, effettuano consegne a domicilio nei territori della Pedemontana (l’elenco e i contatti, continuamente in aggiornamento, sono disponibili anche sui siti dei cinque Comuni).

Lascia un commento