Chiusi tutti i cimiteri nei paesi dell’Unione Pedemontana Parmense

[COMUNICATO STAMPA DELL’UNIONE PEDEMONTANA PARMENSE]

Chiusi i cimiteri nei comuni dell’Unione Pedemontana.

Dal 20 marzo 2020 fino a data da destinarsi, sarà consentito soltanto l’accesso a cinque persone per accompagnare i feretri e assistere alle tumulazioni e inumazioni.
Cimiteri chiusi al pubblico, fino a data da destinarsi, nei capoluoghi e nelle frazioni di tutti i comuni dell’Unione Pedemontana Parmense.

Con un’ordinanza emanata dai sindaci di Collecchio, Felino, Montechiarugolo, Sala Baganza e Traversetolo, è stato deciso di vietare l’accesso ai visitatori, fatta salva la possibilità di ingresso, fino ad un massimo di cinque persone, per il ricevimento, l’accompagnamento del feretro e le operazioni di tumulazione e inumazione.
La misura, disposta per limitare la circolazione delle persone al fine di contenere il propagarsi del virus Covid-19, mira a garantire la continuità del servizio essenziale, salvaguardando allo stesso tempo la possibilità dei familiari dei defunti di poter rivolgere loro un ultimo saluto.

Le ditte incaricate dai Comuni di eseguire le necessarie operazioni cimiteriali, o le concessionarie di tali servizi, prima di aprire i cancelli per il ricevimento del feretro dovranno verificare il rispetto delle disposizioni nazionali e regionali ordinarie e straordinarie per il contenimento del Coronavirus, accertando in particolare che non si verifichino assembramenti. Le stesse, dovranno poi verificare il rispetto della distanza di un metro tra le persone durante le operazioni di sepoltura.

Per i cimiteri dei capoluoghi di Collecchio e Sala Baganza, che ospitano anche gli sportelli aperti al pubblico per l’espletamento delle pratiche amministrative, le concessionarie del servizio assicureranno l’accesso agli uffici soltanto ad una persona alla volta e unicamente per il disbrigo di pratiche urgenti e indifferibili.

Lascia un commento