Salsomaggiore. Al telefono con l’amica 90enne la sente ansimare ed interrompere la comunicazione. La chiamata al 112 è risolutiva

In diverse regioni il 112 è diventato già numero unico per le emergenze proprio come in Calabria ed è proprio da questo numero che è arrivata la chiamata di emergenza ai carabinieri di Salsomaggiore, dove l’operatore del 112 della Compagnia Carabinieri ha ricevuto la richiesta d’aiuto di una donna, residente a Cosenza, molto preoccupata per una sua amica, una 90enne salsese, con la quale pochi minuti prima era al telefono e che improvvisamente aveva sentito ansimare e poi improvvisamente interrompere la conversazione telefonica.

Temendo che all’amica fosse capitato qualcosa e sapendo che viveva sola, ha chiamato i Carabinieri per cercare aiuto.

Purtroppo la donna non conosceva l’indirizzo dell’amica, ma solo il nome e cognome.

Il militare, raccolte le prime informazioni, è riuscito a risalire all’ indirizzo dell’anziana e ha inviato immediatamente a controllare la pattuglia della Stazione di Pellegrino Parmense che, in quel momento, era la più vicina all’abitazione. Nel frattempo allertava anche i sanitari del 118 e rintracciava anche una figlia della donna alla quale chiedeva di raggiungere immediatamente l’abitazione della madre. I Carabinieri nel frattempo giungevano presso l’abitazione dell’anziana e, grazie a una copia delle chiavi fornite dalla figlia, riuscivano ad entrare e la trovavano a terra colta da un malore. Prestati i primi soccorsi, attendevano l’arrivo dei sanitari del 118 che, giunti dopo pochissimi minuti, trasportavano l’anziana presso l’ospedale di Fidenza dove si trova tuttora ricoverata.

La chiamata al 112 dell’amica e la prontezza d’intervento dei Carabinieri hanno consentito di prestare i primi rapidi soccorsi all’anziana donna evitando così eventuali più gravi conseguenze.

Lascia un commento