Parola di Donna: Il Progetto di Integrazione nel Distretto Sud Est Favorisce il Ruolo delle Donne

Il progetto “Parola di donna” nel Distretto Sud Est si è concluso con successo, segnando un importante passo avanti nell’integrazione delle donne straniere nella comunità locale.

L’iniziativa, organizzata dal Centro per le Famiglie e finanziata dalla Regione Emilia-Romagna, ha offerto alle donne straniere residenti nei comuni del distretto l’opportunità di conoscere le opportunità e i servizi disponibili, nonché di essere supportate nella ricerca di lavoro e nello sviluppo di nuove competenze.

Il primo percorso, che ha avuto inizio ad aprile e si è concluso il 31 maggio, ha coinvolto 12 donne provenienti da diverse nazionalità, come Albania, Sri Lanka, Romania, Marocco, Tunisia e Nigeria.

Durante i dieci incontri, le partecipanti hanno avuto l’occasione di condividere le proprie esperienze, di arricchirsi reciprocamente e di acquisire nuove conoscenze.

L’evento di chiusura si è svolto all‘Emporio Sud Est a Pilastro di Langhirano, coinvolgendo anche rappresentanti istituzionali e organizzatori del progetto.

L’assessore regionale alle Pari Opportunità, Barbara Lori, ha sottolineato l’importanza di progetti come “Parola di donna” e ha elogiato la collaborazione tra diverse organizzazioni locali e la Regione.

Ha incoraggiato il continuo impegno nella promozione dell’integrazione e si è offerta di sostenere ulteriormente tali iniziative.

Il progetto “Parola di donna” è stato presentato dalla responsabile del Centro per le Famiglie, Sabrina Fornari, che ha evidenziato il valore dell’iniziativa e l’incremento degli incontri rispetto all’anno precedente.

Il percorso ha anche compreso un laboratorio tessile, in cui le partecipanti hanno creato un arazzo colorato per esprimere il loro rifiuto verso la violenza di genere.

Il successo del primo percorso dimostra l’efficacia del progetto nel promuovere l’integrazione e l’empowerment delle donne straniere nel Distretto Sud Est.

La collaborazione tra istituzioni locali, associazioni e la Regione ha giocato un ruolo fondamentale nel fornire supporto e opportunità alle partecipanti.

Si prevede che il progetto continuerà con successo nei prossimi percorsi programmati, contribuendo a creare una comunità inclusiva e solidale nel Distretto Sud Est.

Lascia un commento