Unione Comuni Taro-Ceno al via operazione dialogo su due livelli

Con l’ultima seduta Consiliare di Giovedì scorso, è’ iniziata l’operazione Dialogo Costruttivo. C’è la volontà politica di aprire una discussione seria con tutti i Comuni delle due vallate, indipendentemente dal colore politico, per dare una svolta concreta, di voler credere e rendere ancora più forte l’attuale Unione del Comuni delle valli del Taro e del Ceno.

Video seduta  TG RTA Video Taro

Proposte che possano andare bene per tutti, soprattutto per chi fino ad ora non ha condiviso la sua utilità. Iniziative per far entrare nuovi Comuni o a fare cambiare idea a chi ha intenzione di uscirne.

_Criistina Cardinali vice presidente  _Daniele Rossi minoranza Terenzo-1

Un’operazione da farsi in tempi strettissimi, subito dopo l’estate. Un lavoro di ricucitura politica non certamente facile causa le profonde divisioni tra i due poli politici, avute già in seno alla ex Comunità Montana.

Si cercherà di lavorare su due livelli, come prevede lo Statuto, il generale e  di sub ambito, per dare maggior concretezza e praticità a servizi tra comuni per aree più omogenee di quelle attuali. Bypassando così l’evidente isolamento di Comuni come Terenzo.

Incisivo il discorso di Diego Rossi Sindaco di Borgotaro, nel quale si riassume una volontà di apertura, espressa in sostanza dagli altri interventi.

Intanto, è iniziato un serrato iter per l’ingresso nell’Unione del Comune di Bedonia con la prima approvazione delle modifiche statutarie.

Lascia un commento