Fornovo, pioggia di denunce per una rissa avvenuta a fine agosto.

Una parola, uno sguardo o una provocazione di troppo, ha scatenato una vera e propria rissa a Fornovo Taro, una serata di fine agosto, nei pressi dei tavolini all’aperto di un bar del paese. In particolare ad affrontarsi sono stati due gruppi di giovani del posto, 7 in tutto i protagonisti, tra i quali, secondo quanto poi ricostruito dai carabinieri, correvano già vecchie ruggini.

In particolare le indagini dei carabinieri della locale Stazione hanno permesso di accertare che mentre alcuni dei ragazzi si trovavano seduti al tavolino esterno del “dehor” a consumare una bevanda, sono arrivati alcuni giovani del gruppo “rivale”. Una gamba lasciata distesa nel passaggio, forse volutamente, forse inavvertitamente da uno dei ragazzi seduti è diventato il pretesto per attaccare briga. Infatti uno dei nuovi arrivati non si è limitato a chiedere all’altro giovane di spostare la gamba ma l’ha colpita con un calcio, dando inizio alla rissa, durante la quale sono volati schiaffi, calci, qualche pugno e il lancio di alcuni bicchieri. 

Il tutto è durato pochi minuti, finché  la proprietaria del bar, che si trovava all’interno, richiamata dai rumori, è uscita gridando di aver già chiamato i Carabinieri, scatenando cosi il fuggi-fuggi dei contendenti.

All’arrivo della pattuglia, pochi minuti dopo la rissa, i responsabili si erano già dileguati, ma i militari con una certosina attività investigativa, raccogliendo le dichiarazioni di vari testimoni, tra i clienti presenti e i dipendenti del bar, ed analizzando le immagini della videosorveglianza presente, sono riusciti a ricostruire la dinamica dei fatti e successivamente a individuare i sette giovani, alcuni dei quali già noti alle Forze dell’ordine per piccoli precedenti, tutti denunciati all’Autorità Giudiziaria per il reato di rissa aggravata.

COMUNICATO STAMPA

 

Lascia un commento