Bullismo e cyberbullismo : “la prevenzione e la formazione sono le prime armi da mettere in campo” secondo la senatrice Saponara

 

“Bisogna fare presto e concludere velocemente i lavori in commissione Senato per l’approvazione della legge che rende più incisive le misure per contrastare bullismo e cyberbullismo” questo è quanto dichiara la senatrice della Lega Maria Gabriella Saponara, membro della commissione infanzia e adolescenza nonchè capogruppo in commissione istruzione.

“Bullismo e cyberbullismo sono due fenomeni strettamente legati tra loro e che in questi ultimi tempi si sono particolarmente acuiti a causa della maggiore esposizione alle piattaforme social o a quelle di apprendimento a distanza in questo ultimo anno.

Un ragazzo su 8 afferma di esserne stato vittima e questo porta a conseguenze di tipo psicologico oltreche di autoisolamento.

Questi fenomeni sono stati oggetto di una indagine conoscitiva in commissione infanzia e adolescenza durante la quale abbiamo ascoltato a vario titolo esperti in psicologia e psichiatria e anche magistrati che hanno evidenziato i diversi aspetti dei fenomeni e la necessità di intervenire, modificandola, sulla legge 71 del 2017, che ha mostrato notevoli carenze” spiega Saponara.

“Siamo partiti dall’indagi

Senatrice Maria Gabriella Saponara

ne conoscitiva per proporre diversi disegni di legge ora all’esame delle commissioni dai quali dovrà scaturire un testo definitivo.

Tutto il lavoro ha messo in evidenza quanto sia importante la funzione della famiglia che insieme alla scuola è il soggetto principale per la prevenzione del fenomeno, ma anche la necessità di rivedere e inasprire la via repressiva e avviare misure rieducative.

In sintesi la prevenzione e la formazione sono le prime armi da mettere in campo, insieme alla responsabilità genitoriale e a provvedimenti rieducativi nei confronti di chi compie atti di bullismo e cyberbullismo”.

Lascia un commento