Parliamo del buco della sanità della regione con un consigliere regionale di Maggioranza

Il consigliere regionale di Maggioranza della regione Emilia-Romagna, Andrea Costa, è stato ospite a Radio Circuito 29 per parlare del buco della sanità della regione.

In Emilia-Romagna abbiamo speso di più di quello che avevamo per gestire la pandemia e tutta la fase della vaccinazione, che è stata a carico di ogni regione, soldi che sono stati regolarmente rendiconti ma che lo stato non ha mai rimborsato.

La regione è andata a coprire quei 2 miliardi di spese in più che inizialmente non erano previste e che non sono state riconosciute all’Emilia-Romagna, così come non sono state riconosciute ad altre regioni, e pertanto c’è un confronto aperto con lo stato per far si che questi soldi possano essere restituiti come dovrebbe essere.

Sappiamo che c’è il tema della liste d’attesa che fa arrabbiare tantissimo i cittadini, però la regione Emilia-Romagna da gennaio 2022, quindi periodo in cui stava finendo l’emergenza vera del covid, aveva in coda quasi 77 mila interventi chirurgici in coda che sono stati recuperati quasi tutti e fatti di nuovi.

È chiaro che c’è altro lavoro da fare, ma molto probabilmente nel giro di 7/8 mesi si può tornare ad una situazione un po’ più regolare.

Lascia un commento