La foresta del Penna è sempre stata la fonte di vita di Santa Maria del Taro

La foresta del Penna è sempre stata la fonte di vita per gli abitanti di Santa Maria del Taro perché ha dato legname per riscaldarsi e fare mobili.

La svolta ci fu quando venne Henry de Thierry, un grande benefattore a cui è stato dedicato il mezzo busto di fronte alla chiesa di Santa Maria del Taro, che per fare del bene agli abitanti ha cercato di sfruttare l’albero del faggio, così venne costruita una teleferica che portava la legna dal Penna sul piazzale dove veniva lavorata. D’estate quest’attività dava lavoro a più di 300 operai.

Lascia un commento