Alle 22.02 una scossa di terremoto a Ferriere nel Piacentino. La scossa si è sentita distintamente anche in alta Val Ceno

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.5 (pari all’esplosione di  2.6 tonnellate di TNT) ha avuto epicentro nei pressi della cima del Monte Maccassino. La zona  è quella della località Casella nel comune di Ferriere nel piacentino .  Il confine della provincia di Parma è a  circa 8 km.

La scossa è stata superficiale (4 km la  profondità) ed è stata sentita distintamente nel appennino  piacentino, a Bedonia(22km), a Bardi (a circa 25 Km) e nel varsigiano con leggero tremore dei mobili. A Bardi è a Bedonia è stato sentito anche il tipico  boato dei terremoti.

Le località del Parmense più vicine sono, Granere di Bardi a circa 10 km , Pione a circa 15 km,  Bedonia  a circa 22 km, Bardi a circa 25 Km, 30 km da Varsi e 32  da Borgotaro.

Sono state tante le persone che hanno percepito il sisma, ben 241, in poco più di un ora, quelli che hanno compilato il questionario on line per raccontare  in che modo lo hanno percepito. Di seguito la mappa che è stata creata con i questionari

Nella mappa il colore di pallini indica la tipologia di scossa percepita secondo la scala Mercalli. la dimensione dei pallini indica il numero di persone che hanno compilato il questionario in quella zona

I questionari compilati indicano che:

  • La percezione nei comuni di Bardi e Bedonia, è state pari ad un terremoto di grado 4 sulla scala Mercalli, quindi una scossa moderata, avvertita da molte persone; tremito di infissi e cristalli, e leggere oscillazioni di oggetti appesi.
  • negli stessi comuni  dal 50 al 75% delle persone hanno provato paura

 

Il magnitudo comunque non è preoccupante. Magnitudo di questa entità sono percepiti ma quasi mai generano danni.

 

Effetti del terremoto in funzione della magnitudo. Fonte UNIGE

 

Lascia un commento