Fornovo un successo del palato LA LUMACATA di Bontà dell’Appennino

Fornovo, 14-15 Maggio 2022 La LUMACATA di Bontà dell’Appennino Terza edizione.

Con il motto “si cucina pensando a qualcuno, altrimenti stai solo preparando del cibo”

 si è consumata al Foro 2000 di Fornovo Taro la due giorni della “LUMACATA” di Bontà dell’Appennino arrivata alla terza Edizione.

Entreé di sfogliatina e lumache dorate, spiedino di lumache in pancetta dolce, Escargot à la Bourguignonne, tagliatelle all’uovo con ragù bianco di lumache, e anche in umido rosso affogate in morbida polenta, con ovviamente un menù alternativo, sono state le proposte dalle fantastiche cuoche, e staff dei volontari di Bontà dell’Appennino.

A dare il benvenuto ai buongustai della lumaca, il presidente del sodalizio Alberto Anelli,

Ospiti d’onore l’agronomo Mauro Carboni impegnato nel recupero e valorizzazione delle varietà antiche, come l’olivo, sottolineando l’alto valore nutritivo del piccolo animaletto; nella fattispecie la Helix aspersa maxina. 

nonché  la confraternita Piemontese della lumaca “Helicensis Fabula” di Borgo San Dalmazzo, composta dal Gran Siniscalcato Sergio Cavallo, il balivo Fabio Armando e Giraudo Yuri. (i membri della confraternita preferiscono la qualità Helix pomatia alpina).

Gianfranco Turchi presidente dell’Aglione biologico della Val Taro e Val Ceno impegnato per una crescita territoriale per cercare di mettere un freno dell’esodo della montagna si trova al primo posto.

Sono intervenuti il Sindaco di Solignano Lorenzo Bonazzi e l’assessore Alessandro Savi per il Comune di Fornovo Taro.

Scende il sipario della terza edizione, con un arrivederci alle numerose attività proposte dall’Associazione e un aforisma:

“dopo una buona lumacata perdonerai chiunque, anche i tuoi parenti”.

 

Lascia un commento