PARMA arrestato un 40enne in un albergo del centro con varie dosi di Shaboo

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione di Parma Oltretorrente hanno arrestato in
flagranza di reato per detenzione di sostanza stupefacente un cittadino filippino di 40 anni residente
nel capoluogo ducale.
L’uomo, a seguito di alcuni accertamenti investigativi, veniva sottoposto a controllo all’interno di
un albergo del centro città dove aveva preso una camera per alcuni giorni. La perquisizione
effettuata permetteva di rinvenire nella sua disponibilità svariate dosi di “Shaboo”, un bilancino
elettronico di precisione, materiale per il confezionamento e una somma di denaro ritenuta provento
dell’attività delittuosa.


L’arrestato su indicazione dell’Autorità Giudiziaria competente verrà giudicato nella mattinata
odierna.
Si rammenta che la Shaboo, ritenuta una droga etnica, il cui traffico è spesso appannaggio delle
comunità orientali in Italia, è un potentissimo stimolante, come le «sorelle» americane Blue Sky o
Crystal Meth, che annulla la stanchezza e l’appetito per periodi che possono arrivare anche a 20 ore.
Si ritiene abbia un effetto stimolante 8-10 volte superiore alla cocaina, lasciandosi però danni
devastanti sul fisico. Il totale sfinimento infatti lascia presto spazio, oltre alla dipendenza, a
comportamenti irrazionali e violenti, ma anche a convulsioni, totale mancanza di sonno, perdita di
appetito, di denti e di capelli, e per alcuni perfino la deformazione del viso e danni irreversibili alle
cellule cerebrali.
Il Comando Provinciale dei Carabinieri di Parma resta dunque in prima linea nel contrasto al
consumo di droghe in tutta la provincia, soprattutto alla luce degli ultimi svariati sequestri e anche

in virtù del fatto che sempre più spesso i destinatari delle micidiali sostanze risultano essere giovani,
i quali, di frequente, vengono risucchiati in un vortice di illegalità da cui è difficile uscirne.

Comunicato stampa del 4 gennaio 2021

Lascia un commento