Tragedia sfiorata a Fornovo accoltellato un 30enne

Tragedia sfiorata nel primo pomeriggio di ieri a Fornovo Taro: un giovane 30enne del luogo, al termine di una lite, è stato colpito alla schiena con un fendente da arma bianca sferrato da un suo conoscente di 26 anni.

L’aggressore, figlio di un collega di lavoro della vittima, si scagliava contro il malcapitato per “vendicare” proprio il padre, il quale, nella mattinata precedente, aveva avuto una discussione sul posto di lavoro con il ferito.

Durante la discussione l’aggredito veniva raggiunto da una coltellata alla schiena, il colpo inferto è stato netto e deciso e la lama ha perforato la cute solo per pochi centimetri soltanto grazie alla reazione repentina dello stesso, che si buttava a terra nel tentativo di ripararsi ed evitando così più gravi conseguenze.

Il giovane veniva immediatamente soccorso dai presenti e quindi condotto presso l’Ospedale Maggiore di Parma dove i sanitari lo sottoponevano alle cure del caso.

I Carabinieri della Stazione di Fornovo Taro veniva allertati e prontamente si recavano presso il nosocomio ducale per acquisire elementi utili al rintraccio dell’autore dell’insano gesto.

L’aggressore, una volta compiutamente identificato, veniva rapidamente rintracciato presso la propria abitazione. La perquisizione domiciliare permetteva di rinvenire l’arma del delitto e gli indumenti indossati durante l’aggressione che erano già stati messi a lavare nel tentativo di cancellare eventuali tracce.

Il fermato, già gravato da numerosi precedenti di polizia, veniva quindi dichiarato in stato di arresto per il reato di lesioni personali aggravate ex artt. 582 e 585 del codice penale e successivamente condotto presso la Casa Circondariale di Parma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

La parte offesa veniva dimessa in serata con un prognosi di 12 giorni per ferite da arma da taglio. 

COMUNICATO STAMPA del 3 gennaio 2020

Lascia un commento