Sorbolo: 22enne sorpreso con mezzo chilo di sostanza stupefacente

Durante la scorsa notte i Carabinieri della Stazione di Sorbolo, impegnati nei consueti servizi di prevenzione e repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, in prossimità del centro storico di quel Comune, hanno fermato e controllato a bordo della propria autovettura due giovani italiani del posto.

Nel corso della verifica, il passeggero, un 22enne sorbolese, già noto alle forze dell’ordine, da subito, appariva nervoso ed in evidente stato di agitazione, motivo per il quale si decideva di approfondire il controllo di Polizia. Sul posto veniva quindi effettuata una sommaria ispezione.

L’intuito della pattuglia dell’Arma produceva i suoi effetti in quanto all’interno di un telo da mare che il ragazzo celava tra le gambe, i militari rinvenivano 5 “panetti” di hashish, ciascuno di 100 grammi, per un peso complessivo di mezzo chilo.

Riscontrata la flagranza del reato di detenzione di sostanze stupefacenti, il giovane, che si assumeva l’esclusiva paternità dello stupefacente posseduto, scagionato totalmente l’amico alla guida, veniva dichiarato in arresto e sottoposto agli arresti domiciliari a disposizione dell’Autorità Giudiziaria competente.

Il rilevante quantitativo di droga rinvenuta, specie per un contesto quale quello di Sorbolo, sarà oggetto di ulteriore verifiche da parte degli investigatori dell’Arma, nel tentativo di risalire ai fornitori ed ai soggetti a cui era destinata la “partita” di stupefacente.

L’odierna operazione dei Carabinieri di Parma conferma l’attenzione che i militari dell’Arma del Comando Provinciale di Parma ripongono, da sempre, al contrasto dello spaccio al dettaglio, che resta tra le priorità dell’attività d’istituto dei Carabinieri, soprattutto in considerazione del fatto che sempre più spesso risultata essere una problematica che interessa soggetti giovanissimi.

Lascia un commento