La Pilotta riapre: dal 27 al via nuovi itinerari e percorsi

Dal 27 aprile il complesso museale della Pilotta riapre al pubblico proponendo un nuovo itinerario di visita. Lo annuncia il Direttore  Simone Verde che anticipa che nel consueto biglietto di ingresso saranno comprese, senza oneri aggiuntivi, anche le due mostre temporanee proposte dalla Pilotta, ovvero L’Ottocento e il mito di Correggio e Fornasetti Theatrum Mundi, oltre che la magnifica Biblioteca Palatina.

L’apertura sarà  gestita nell’assoluto  rispetto della normativa anti Covid, con gli accorgimenti e le limitazioni che ne derivano.  Nei fine settimana (sabati e domeniche), ad esempio, si potrà accedere al Complesso Museale solamente muniti del biglietto preventivamente acquistato sul sistema di prenotazione online (https://pilotta.ticka.it) che prevede  fasce di orari e ingressi contingentati dei flussi.

 

 

Negli altri giorni la prenotazione è solo consigliata, potendosi acquistare il biglietto anche in Museo, naturalmente nei limiti del rispetto del contingentamento.

Per favorire gli accessi, l’orario di apertura, sia nei giorni feriali che in quelli festivi, è stato rimodulato e ampliato, come indicato dal sito del complesso museale.

Il Direttore Verde ricorda anche che il Museo Archeologico e il Museo Bodoniano restano temporaneamente esclusi alla visita per i lavori di ristrutturazione e di riallestimento previsti nell’ambito del Progetto “La Nuova Pilotta”. Mentre è stata riaperta ai visitatori la Sala “Parma al tempo dei Farnese” della Galleria Nazionale, che ospita la collezione Farnese e l’opera del Parmigianino, Ritratto di gentildonna meglio conosciuto come La Schiava turca. Riapertura anche per la sezione dell’Ala ovest con l’esposizione di opere pittoriche su supporto ligneo di artisti toscani, veneti ed emiliani dal XIII al XVI secolo, e con il capolavoro di Leonardo da Vinci Testa di fanciulla detta La Scapiliata.

Inoltre è stata riaperta la sezione espositiva dell’ex Rocchetta Viscontea che ospita l’allestimento della mostra L’Ottocento e il mito di Correggio.

 

Il tutto raggiungibile dal visitatore seguendo precisi percorsi di visita che saranno indicati dalla piantina che gli verrà consegnata all’ingresso.

 

Per informazioni

annalisa.scimia@beniculturali.it

Tel. 0521 220424

Lascia un commento