Ufficio Anagrafe Comune Fornovo Taro targa ricorda un Giusto tra le Nazioni

Fornovo Taro, 6-2-2021, per ricordare Pellegrino Riccardi Giusto tra le nazioni.

All’ingresso dell’ufficio Anagrafe Comunale viene scoperta una targa a ricordo di Pellegrino Riccardi, il pretore di Fornovo che durante l’ultima guerra mondiale salvòdalla persecuzione razziale numerose persone di origine ebrea.

Differenze.

Non indifferenza.

Al di sopra delle ideologie.

E’stata una contenuta cerimonia agreste della comunitàfornovese, quella di sabato scorso davanti al Municipio per ricordare anche quest’anno il pretore fornovese giusto tra le nazioni nel 1988, che eludendo la propria uniforme e la legge, con documenti falsi organizzòl’espatrio in Svizzera della famiglia di un suo grande amico ebreo, Rolando Vigevani.

Per l’occasione, nel mezzo dei giorni “per non dimenticare”, tra la giornata della memoria del 27gennaio,

la Shoah,

e il giorno del ricordo per le vittime delle foibe,

il 10 febbraio,

èstata scoperta una targa all’ingresso dell’ufficio anagrafe Comunale, il luogo di lavoro di Pellegrino Riccardi quando era Pretore a Fornovo.

Una cerimonia rinviata lo scorso anno per le contingenti emergenze sanitarie.

Sono intervenuti la Sindaca di Fornovo Michela Zanetti a sottolineare le differenze tra la vita e la morte, e tra il bene e il male.

Il Presidente della Provincia Diego Rossi ponendo la questione di chi non èstato indifferente a quanto stava succedendo.

La dirigente scolastica Margherita Rabaglia dell’Istituto Gadda, impegnata da anni insieme ai sui studenti alla ricerca storica, per dar luce e valore a chi rischiòla vita di se stesso e della propria famiglia per aiutare gli altri.

E, Carlo Bocchialini, nipote di Pellegrino Riccardi, autore del libro “UN GIUSTO TRA LE NAZIONI”  intervenuto insieme ad altre due dei cinque nipoti del pretore.

Infine, Don Mario Mazza per la benedizione finale.

Presenti l’assessore Regionale Matteo Daffadà, gli studenti dell’Istituto Gadda, Fiorenzo Bergamaschi dell’Anpi locale e lo stendardo del gruppo Anpi di Collecchio.

Lascia un commento