L’ultima campanella per la maestra Enrica si è sentita fin in Cielo grazie all’armonia di centinaia di preghierine.

 

Una campanella speciale oggi, nelle scuole di Fornovo e Ricò, ha suonato alle 14.30, l’ora in cui è iniziata la funzione religiosa per salutare la maestra Enrica Alfieri. Tutti i bambini in piedi e poi un minuto di silenzio per pregare per lei.  Centinaia di preghierine in tante lingue, si sono levate verso il cielo per accompagnarla nel suo ultimo viaggio.

Una preghiera particolare da parte dei suoi alunni della seconda elementare. I bambini, che fino a pochi giorni fa l’hanno vista al suo posto dietro alla cattedra, non hanno sentito la campanella di scuola ma il profumo dell’incenso e le campanelle che accompagnano la consacrazione dell’ostia nella chiesa della frazione di Fornovo. Hanno  infatti voluto essere lì: con lei.

 

Grande commozione a Fornovo, ma non solo, per la scomparsa della maestra Ernica Alfieri.

Tante le persone che hanno partecipato al rosario ieri sera nella chiesa di Riccò e tantissime al funerale di oggi pomeriggio sempre a Riccò. Forte la presenza dei suoi ex alunni, dai più piccoli, quelli della 2 elementare della frazione fornovese, a quelli che oramai sono adulti.

La mitezza e la dolcezza della maestra restano nel cuore di chi l’ha conosciuta, ma soprattutto la sua generosità. Una generosità che non è mancata nemmeno dopo la morte grazie alla sua decisione di donare gli organi.

Particolarmente  toccanti le parole sul quotidiano locale della corrispondete di Fornovo Donatella Canali,  soprattutto quando riporta i pensieri dei suoi alunni. 

Proprio con alcuni di questi pensieri la vogliamo ricordare anche noi :

“Ci hai sempre insegnato a volerci bene e a non litigare. Vogliamo immaginare che tu sarai sempre accanto a noi”

“Ogni volta che una stella si specchia nell’acqua, nasce una stella del mare. Quando invece un fascio luminescente sale dal mare fino alla volta celeste, stai pur certo che in quel momento sta nascendo una stella del cielo. E tu maestra Enrica sei la nostra stella.”

Lascia un commento