Stupidità vs belle azioni 0-1 !!! Una storia di carnevale con lieto fine!

[a fondo pagina il video  che parla di questa piccola storia a lieto fine]

Fornovo di Taro è un piccolo paese ai piedi dell’Appennino Parmense. 

Una delle tradizioni più sentite è il carnevale. Un maestoso falò viene allestito tutti gli anni per martedì grasso, il giorno in cui si salutano i giorni di festa e divertimento prima della quaresima che anticipa la Pasqua.

Anche nel 2019 la tradizione voleva essere rispettata. Così tanti volontari per diversi giorni con muletti, ruspe e trattori, hanno allestito un’enorme catasta di legna alta diversi metri nella piazza del parcheggio del mercato.

Purtroppo nella notte tra lunedì e martedì grasso, la stupidità ha preso il controllo di una o più menti deboli desiderose di stupido protagonismo, così per alcune ore è sembrato che potesse avere il sopravvento sui buoni sentimenti e sulle belle iniziative dell’Appennino.

 

Infatti attorno alle 11:00 di sera del lunedì, una grossa colonna di fumo e fiamme alte come un palazzo hanno illuminato a giorno la parte bassa del paese.

I soliti ignoti/IDIOTI avevano appiccato fuoco alla catasta preparata per il falò.

Grande l’indignazione fin dalla notte, immensa alla mattina.

Oramai ci si era rassegnati all’idea di non  salutare il carnevale con il maestoso falò.

Ma, come in tutte le belle fiabe, il lieto fine non poteva mancare; così: i volontari, le associazioni, le imprese del territorio e  l’amministrazione comunale, hanno deciso che non poteva vincere la stupidità.

E’ partito il tam-tam sui social media per chiedere di aiutare a ricostruire un nuovo falò.

L’appuntamento era per le 13:30.

Da quel momento un bancale dopo l’altro, un pezzo di legno dopo l’altro, è stato tutto un brulicar di volontari.

Nel giro di poche ore è stato realizzato il miracolo.

Una catasta di legna e bancali alta tre metri e larga 7 è cresciuta nel piazzale tra il campo sportivo e la ferrovia.

Un piccolo miracolo di buona volontà e buon senso ha vinto contro una stupida azione da idioti,

ha fatto capire che un mondo migliore è possibile. Un mondo con più spirito di comunità e meno egocentrico egoismo.

Verso le 19.00 qualcun altro ha incendiato la catasta, ma questa volta di fronte ad un folto pubblico di maschere di carnevale per scaldare il cuore di tutti e non vigliaccamente nel buio della ore notturne per fare dispetto a qualcuno  o fare una bravata da imbecilli!

 

Di  seguito il filmato andato in onda nel Tg Parmense del 5 marzo 2019

Lascia un commento