Collecchio, Pontescodogna. Chiedono soldi per la sorveglianza. Ecco cosa è probabilmente accaduto.

[l’immagine in copertina è relativa all’episodio probabilmente  simile,  a Sivizzano a fine 2017]

Questa mattina, 22 gennaio 2019, preoccupazione per un episodio avvenuto a Pontescodogna, alle porte di Collecchio.

Una signora anziana è stata avvicinata da persone che chiedevano €1, probabilmente al giorno,  per tenerle d’occhio la casa durante il giro serale. Le prime voci affermavano che queste persone si fossero presentate come facenti parte del controllo di vicinato.

Sconcerto e rabbia  da parte di coloro che hanno lavorato tanto per organizzare il servizio di  controllo di vicinato, e per tutti coloro che attualmente si stanno impegnando nel renderlo uno strumento attivo per garantire maggiore sicurezza ai cittadini di Collecchio.   Ovviamente quanto è accaduto non ha nulla a che vedere con questo servizio. I volontari fanno presente  che nessuno può raccogliere fondi per questo tipo di attività. E’ un servizio completamente gratuito, realizzato grazie dalla collaborazione dei cittadini, con le forze dell’ordine, passando attraverso la formazione ed il coordinamento del comune.

Secondo altre testimonianze le persone che giravano per Pontescodogna si muovevano a bordo di   una panda bianca con le strisce blu, di una società di sorveglianza armata.

Quindi forse nulla di illegale, ma qualcosa di simile a quello che  è accaduto tempo fa nelle frazioni collinari del comune di Fornovo Taro.

Cliccando sull’immagine che segue potrete leggere l’articolo ed ascoltare il racconto di un testimone oculare di quello che è accaduto a Sivizzano nel novembre del 2017.

Il servizio è di Cesare Groppi ed è andato in onda nel Tg Parmense il 12 novembre 2017

 

Lascia un commento