E’ proprio vero le donne sono meglio … anche nell’avere la forza di dire che: GLI UOMINI SONO IN DIFFICOLTA’

Da uomo, per caso, ho fatto una scoperta stupefacente.

Da uomo, sono anni che mi sento sotto attacco.

Da uomo, sono anni che sento un malessere, un malessere  che sento accomunare  tutti gli uomini del mondo occidentale, ma non sono mai riuscito a dargli un nome, a definirlo bene.

Oggi MERAVIGLIOSAMENTE sono riuscito a capire, a dargli un nome, e questo grazie alle donne.

 Tutto questo grazie ad un post condiviso da una mia amica (grazie Stella).

Un post che è stato una meraviglia dopo l’altra

  • la prima meraviglia è scoprire che lo ha condiviso un amica che non pensavo lo avrebbe condiviso
  • la seconda meraviglia è scoprire che proveniva da una pagina di donne che combatte la violenza sulle donne e gli stereotipi contro le donne
  • la terza meraviglia è scoprire che il post su questa pagina ha riscosso un grandissimo successo tra le donne
  • la quarta meraviglia è scoprire che le stesse donne non ne possono più di un “certo femminismo”
  • la quinta meraviglia è scoprire che tutti i commenti di donne a questo post sono d’accordo e mettono in discussione un’idea che sembra dominante: lidea  dell’uomo come il peggiore dei mali di questo mondo, il maggior problema delle donne.
  • la sesta meraviglia è scoprire che  le donne dimostrano di capire, descrivere e dare un nome alle difficoltà degli uomini meglio degli uomini stessi

Grazie a questi spunti, nella mia mente sono partite diverse riflessioni, ma una ha prevalso su tutte le altre: forse anche questa può essere una buona chiave di lettura per comprendere la violenza sulle donne.

In diversi casi gli assassini hanno partecipato a manifestazioni contro la violenza verso le donne, ma allora perchè?

Voi con questo post mi avete aiutato a capire.

Uomini smarriti, 

uomini senza più un ruolo definito,

uomini che  allo smarrimento, all’abbandono, al’incomprensione, alle ingiustizie,alle prese in giro  a volte reagiscono (fortunatamente molto raramente rispetto al numero di volte in cui gli uomini, nella società odierna, si trovano in queste situazioni) con la violenza.

Reagiscono come animali sminuiti, offesi, dileggiati, attaccati, braccati, impauriti e messi in un angolo.

Uomini che come tutti gli animali quando sono attaccati e/o non vedo altra via di uscita attaccano con violenza, brutalità, irrazionalmente: con un raptus violento.

Non vorrei che questo post fosse letto come una giustificazione agli atti violenti verso le donne, vorrei solo che si iniziasse a capire che per risolvere il problema della violenza sulle donne vanno coinvolti anche gli uomini.

Non dicendogli che sono brutti e cattivi, 

non insegnandogli  chi o casa devono essere,

non imponendogli cose,

non minacciandoli,

ma ascoltandoli e comprendendo anche le loro difficoltà (come hanno fatto queste donne),

aiutandoli a trovare il LORO ruolo (anche nuovo), ma che sia il loro non quello che vogliono le donne o che vogliono “certe femministe”.

Aiutateci  per evitare che  i più in difficoltà di noi diventino ANIMALI.

 

GRAZIE A TUTTE VOI!!!!

al link seguente potete vedere tutta la discussione

Se ne parla poco, ma anche l'uomo può essere vittima di violenza… Oggi è la Giornata internazionale dell'uomo. Illustrazione: EKRA

Pubblicato da ROBA DA DONNE su Domenica 18 novembre 2018

Lascia un commento