Dopo Terenzo anche Varano Melegari esce dall’Unione dei Comuni Taro-Ceno

Varano Dé Melegari con il marzo 2019 esce dall’Unione dei Comuni della Valli del Taro e del Ceno

Varano Melegari esce dall’Unione dei Comuni delle Valli del Taro e del Ceno

Dopo il Comune di Terenzo anche Varano De Melegari uscirà dall’Unione dei Comuni delle Valli del Taro e del Ceno con il prossimo marzo 2019. Una scelta già prospettata con l’insediamento della giunta del Sindaco Giuseppe Restiani e concretizzata con la delibera numero 24 del 21 giugno scorso.

Si formeranno, con ogni probabilità, due Unioni, quella attuale con i Comuni dell’alta Val Taro e una possibile seconda della Val Ceno con i Comuni di Vallata, da Bardi, Varsi, Pellegrino, Bore, Varano Melegari e i due Comuni di bassa Valle sulla foce del Ceno, Medesano e Fornovo. Tutto questo con una prospettiva futura di una naturale fusione, già espressa dai rispettivi Sindaci tra Varano Dé Melegari e Solignano.

Una dura lettera dell’ex Sindaco Luigi Bassi contesta il recesso dall’Unione e indica i punti negativi della scelta fatta, partendo dalle spese di uscita dal piano successorio con l’ex Comunità Montana per 94 mila euro. Un recente passato, quello dell’ex Comunità Montana,  ancora ricco di polemiche tra la bassa e l’alta val Taro.

Dopo l’uscita dall’Unione per Varano si prospetta una Unione con i Comuni della Val Ceno, per poi approdare definitivamente, quando saranno maturi i tempi, ad una naturale fusione con il Comune di Solignano.

Lascia un commento